Cala Violina la più bella spiaggia della Toscana

Cala Violina

Spiaggia
Sentiero naturalistico

Cala Violina è generalmente considerata una tra le più belle spiagge della Toscana. La sua fama è dovuta al paesaggio incontaminato della baia in cui è collocata, racchiusa nella Riserva naturale della Bandite di Scarlino e protetta a nord e a sud da due promontori (rispettivamente Punta Martina e Punta le Canne), al candido colore della sua sabbia (che emette un forte e caratteristico suono quando viene calpestata, particolarità da cui la cala ha derivato il nome) e alla notevole trasparenza delle sue acque. Nel complesso, specialmente in bassa stagione o nelle prime ore del mattino, quando la presenza di bagnanti è minima, Cala Violina trasmette a chi la osserva la sensazione di trovarsi in un luogo esotico al di fuori dell’Italia, in una spiaggia dei Caraibi, dell’Africa o del Pacifico. Essendo la cala orientata verso occidente, alla sera dalla spiaggia si possono assistere a magnifici tramonti con l’Isola d’Elba sullo sfondo.

La lingua sabbiosa ha una lunghezza di 400 m e una larghezza che varia dagli 8 ai 20 m: pertanto nelle ore di punta in alta stagione, data la notorietà della cala, risulta difficile trovare un posto dove sdraiarsi comodamente; ulteriori propaggini della cala si estendono però a nord e a sud, dove alcuni scogli piatti permettono di distendersi al sole senza difficoltà. Chi non trova posto o vuole inoltrarsi alla ricerca di altre cale meno frequentate può percorrere lo splendido sentiero che segue la costa fino a raggiungere Cala Martina a nord e in particolare Cala Civette a sud, che ha poco da invidiare alla più nota Cala Violina e che dispone di spazi più ampi per trascorrere una giornata di mare in tranquillità.

Presso Cala Violina sono presenti i servizi igienici e tavoli per il picnic nella macchia mediterranea; solamente in alta stagione presso la spiaggia si trova un piccolo chiosco dove acquistare cibo o bevande. Pertanto soprattutto in bassa stagione si consiglia di portare con sé il pranzo al sacco e liquidi per dissetarsi. Inoltre a causa della mancanza di pattumiere (queste costituirebbero un forte e pericoloso richiamo per i cinghiali che vivono nella riserva naturale) è necessario avere con sé una busta per riportare indietro i propri rifiuti.

Percorso breve: dal parcheggio di Pian d’Alma è necessario percorrere a piedi o in bicicletta un ampio sentiero di poco più di 1,5 km che si inoltra attraverso la macchia mediterranea. Giunti al termine del percorso si incontra un sentiero trasversale che segue la costa e in cui si aprono le discese per raggiungere la spiaggia di Cala Violina, situata pochi metri più in basso.
Percorso lungo: Cala Violina è raggiungibile anche dalla frazione di Portiglioni – Puntone di Scarlino attraverso un percorso di 4,5 km lungo l’ampio e panoramico sentiero che si snoda da nord a sud seguendo la costa. Dal porto turistico si segue in salita l’ultimo tratto di lungomare Giuseppe Garibaldi fino al promontorio di Terra Rossa; da qui ha inizio il sentiero che prosegue incontrando le Cale di Terra Rossa e Cala le Donne, Cala Martina e infine Cala Violina. Il percorso è particolarmente adatto a chi voglia raggiungere Cala Violina in bicicletta godendo del magnifico panorama.
Dal parcheggio di Pian d’Alma: 30′ a piedi, 10′ in bicicletta.
Da Portiglioni – Puntone di Scarlino: 2 h a piedi, 40′ in bicicletta.
Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Average rating:  
 0 reviews
Back to Top